Homepage

“Il segreto del canto risiede tra la vibrazione della voce di chi canta e il battito del cuore di chi ascolta.”

IL SOSIA DI NINO D’ANGELO

Nino Esposito è un cantante della nuova scuola neomelodica napoletana, uno degli artisti contemporanei più rappresentativi della grandissima tradizione partenopea nella musica. Impegnato fin da ragazzino nello studio e nel perfezionamento della sua arte, nel 2006 ha vinto il prestigioso Premio Poesia. Cantare è la sua vita, la sua passione più grande: il successo di Matteo Vitolo è forse racchiuso tutto qui, in una passione grandissima che lo porta a cantare ovunque.

La carriera di Nino Esposito è iniziata quasi per caso, mai avrebbe pensato che la sua grandissima passione potesse trasformarsi in una professione. Fin da piccolo, infatti, Nino Esposito è appassionato di musica neomelodica e nello specifico è un fan di Nino d’Angelo. Sicuramente influenzato dai gusti musicali familiari, già dalla tenera età cantava le canzoni di uno dei più noti artisti neomelodici napoletani e questa passione se l’è portata appresso fino all’adolescenza.

Sono passati alcuni anni da quando la carriera di Nino Esposito ha preso il largo in maniera inaspettata: oggi è conosciuto soprattutto come sosia di Nino d’Angelo, di cui conosce perfettamente il repertorio, ma ha pubblicato anche alcuni inediti e singoli che hanno riscontrato un discreto successo, soprattutto online. La voce e la passione lo hanno portato anche in America, dove ha realizzato una tournée come sosia di Nino d’Angelo ma è in provincia di Salerno, soprattutto nella sua amata Nocera Inferiore, che la sua fama è in continua crescita.

Nino Esposito, in qualità di sosia di Nino d’Angelo, è una vera personalità in tutta la Campania ma, soprattutto, nel salernitano. Viene fermato per strada e non di rado gli viene chiesto di intonare a cappella qualche canzone del suo mito e del suo idolo. Inevitabilmente, il suo repertorio è legato alla musica neomelodica napoletana degli anni Settanta e Ottanta, gli anni d’oro di Nino d’Angelo

Essere il sosia di Nino d’Angelo, poi, per lui è un valore aggiunto: con i caschetto biondo si immedesima nel suo mito e nel suo idolo, nel personaggio che ha sempre ammirato ed è solo quando una persona la senti dentro, quando davvero ti immedesimi in lei, che riesci a diventarne un vero sosia. E Nino Esposito, grazie a questa grandissima sensibilità, ha conquistato i cuori dei suoi compaesani.

 

LE SUE ESIBIZIONI

Tra gli impegni più amati da Nino Esposito ci sono le feste di paese, le sagre e le feste patronali. Ogni paese di questa regione, in piccolo o in grande, ama rendere omaggio al suo Santo Protettore e lo fa con feste dove paganesimo e religiosità si mescolano senza soluzione di continuità.

Ogni paese vuole primeggiare, ama dimostrare che la sua festa è migliore delle altre ed è per questo motivo che i paesi, spesso, si contendono la presenza di Nino Esposito sui loro palchi.

Per fortuna, raramente le feste di paese si accavallano, quindi Matteo Vitolo riesce a presenziare a tutte, o quasi, allietando il suo pubblico. La musica neomelodica è la colonna portante di queste feste e viene presa molto sul serio.

Al di fuori dei confini regionali questa cultura non sempre è compresa ma nei paesi campani è d’obbligo portare il massimo rispetto alla musica tradizionale regionale. Per questo motivo gli organizzatori delle feste di paese vogliono avere sui loro palchi esclusivamente artisti competenti, preparati e professionali.

Tra questi, c’è indubbiamente Nino Esposito: la sua professione gira quasi completamente intorno alla somiglianza con Nino d’Angelo, di cui ha acquisito l’intero repertorio, ma nel cantare le canzoni di un grandissimo, tutt’oggi amato e venerato, dimostra il massimo rispetto, una caratteristica che rende la sua musica un elemento di qualità distintivo per le feste di paese in tutto il territorio campano.